· 

I CAPRICCI DEI BAMBINI: come fronteggiarli in 4 mosse

I capricci dei bambini sono un modo per sperimentare il grado di tenuta della relazione con le figure accudenti ed hanno lo scopo di modificarla, di forzarla di sondarne i limiti. Poco importa il contenuto del capriccio. Cosa possono fare i genitori per non farsi travolgere?

Ecco qualche suggerimento pratico per fronteggiare i momenti di “crisi”:

 

1) Non mettetevi sullo stesso piano del bambino: a 2/3 anni un bimbo non è capace di ragionamento astratto. Dunque non perdetevi in spiegazioni. Limitatevi ad applicare la regola con coerenza, sempre.

2) Stabilite i suoi confini: qui si gioca con la palla, qui si disegna, qui si mangia. Non lasciate che faccia tutto dappertutto, piuttosto aggiungete spazi dedicati man mano che acquisisce dimestichezza con gli ambienti.

3) Non tentate di convincerlo: se non vuole restituire un gioco non suo, ad esempio, il capriccio è un modo per sperimentare il suo potere.  Prendetelo con decisione e restituitelo voi. Capirà il vostro gesto meglio di ogni parola.

 Aspettate che sopraggiunga la calma per spiegargli, poi, la differenza tra “mio e “tuo”.

4) Non siate indecisi: quando decidete di dargli uno stop non ritornate sui vostri passi, consolandolo o risarcendolo con oggetti o attenzioni speciali. Meglio un ordine sbagliato che l’incoerenza. La vostra contraddittorietà confonde i piccoli e li mette in difficoltà.

 

     Quando poi i capricci degenerano in vere crisi isteriche con calci, urla etc… non urlate a vostra volta, semplicemente portatelo in un luogo tranquillo e aspettate che sbollisca rimanendogli accanto. Il vostro contenimento basterà: i bimbi per fortuna non si soffermano sulle questioni troppo a lungo, come i grandi.

Pochi minuti e il “dramma” svanirà, come una magia delle fiabe!

 

Troverete questo articolo disponibile nella sala d’attesa dei vostri pediatri di riferimento.

     Barbara Conversione per AlchimieJunior.

Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    Aldo (domenica, 21 ottobre 2018 19:04)

    Ho provato a dirgli : Marx dice che la proprietà privata non esiste, Rosmini dice che la proprietà è sacra, io non so se tu sei marxista o rosminiano ma le cose degli altri non si toccano ! Non ha funzionato !

  • #2

    Alba (lunedì, 22 ottobre 2018 23:47)

    Aldo hai provato col baratto?