Adolescenza · 18. febbraio 2019
E’ se la certificazione della diagnosi coincide con l’ingresso all’Università? La scelta di proseguire gli studi con un percorso universitario, comporta già di per sé un importante cambiamento, perché segna un passaggio importante in termini di autonomia, capacità organizzative e scansione del tempo da dedicare allo studio.
Infanzia · 27. gennaio 2019
Chi si occupa di apprendimento avrà sicuramente una certa familiarità con termini quali dislessia, disortografia e discalculia, immediatamente evocativi di disturbi specifici dell'apprendimento, rispettivamente di lettura, scrittura e calcolo. Risultano invece meno "blasonate", altre condizioni, che nonostante impattino negativamente ed in modo significativo sulle capacità di apprendimento del bambino, vengono molto spesso misconosciute o confuse con altre condizioni.
Terza età · 24. gennaio 2019
Le funzioni prassiche sono quelle funzioni cognitive che ci consentono di compiere gesti finalizzati ad uno scopo e di conseguenza ci consentono di agire nell’ambiente. Sono funzioni poco conosciute perché un loro disturbo si evidenzia comunemente solo quando, a seguito di una lesione cerebrale o di patologia neurodegenerativa, si chiede ad una persona di compiere un gesto con consapevolezza.
Infanzia · 20. gennaio 2019
“La mia bimba a casa parla con tutti, con i fratelli, gli zii, i nonni e così tanto che vorremmo chiederle, a volte, di tacere un po', ma poi a scuola, di fronte agli estranei si ammutolisce, diventa un’altra bambina, non la riconosco più”. Tale comportamento potrebbe rientrare in quel disturbo chiamato Mutismo selettivo.
Adolescenza · 15. gennaio 2019
Nel mio lavoro mi capita molto spesso di ascoltare adolescenti che raccontano con fierezza le loro “gesta eroiche”, situazioni in cui mettono gravemente a rischio la loro incolumità fisica e non solo, con l’obiettivo di sperimentare il mondo che li circonda e testare i propri limiti. Ciò che non passa inosservata è la mancanza di paura con cui agiscono e l’inconsapevolezza delle conseguenze che possono scaturire dalle loro azioni pericolose.
Adolescenza · 12. dicembre 2018
Ho letto decine di articoli negli ultimi giorni sulla vicenda di Corinaldo. L’opinione pubblica, col piglio spietato e carico di risentimento che solitamente riserva alle tragedie e, più o meno in generale, alla cronaca tutta, è scesa in campo dividendosi in fazioni, con un unico grande obiettivo: trovare un colpevole!
Infanzia · 06. dicembre 2018
Spesso mi capita, nella mia pratica clinica, di chiedere alle mamme di bimbi di 2 anni e oltre, se usano ancora il biberon. Molte mi rispondono di sì, ciascuna con le sue motivazioni...
Disagio psicologico · 05. dicembre 2018
Si parla molto di disturbi della memoria, molto meno si conoscono quelle che vengono definite Funzioni Esecutive e i relativi disturbi. Si tratta di funzioni cognitive costituite da molte componenti, tipiche dell’essere umano. Sono funzioni della corteccia cerebrale definite superiori poiché destinate al controllo e alla pianificazione del comportamento, per cui dominano su tutte le altre (memoria, attenzione, linguaggio, prassie) e le cui aree cerebrali (aree anteriori dei lobi frontali del...
Adolescenza · 02. dicembre 2018
I gruppi esperienziali sono rivolti a coloro che vogliono sperimentare in prima persona l’esperienza condivisa dello stare in gruppo. Non si pongono scopi terapeutici, ma esclusivamente conoscitivi ed esplorativi, consentendo l’individuazione e il riconoscimento dei fenomeni gruppali a partire dall’esperienza vissuta.
18. novembre 2018
Tra i bambini e gli adolescenti con epilessia, la prevalenza di disturbi cognitivi e comportamentali è maggiore rispetto ai loro coetanei non epilettici. In particolare, disturbi della memoria e deficit di attenzione sono tra le problematiche più frequentemente riportate.

Mostra altro